Casinò Online Senza Codice Fiscale

Come è ben noto, i casino legalmente riconosciuti nel nostro Paese sono quelli che hanno richiesto e ottenuto il riconoscimento dell’AAMS. Tuttavia, ci sono dei casino online che non hanno licenza AAMS, ma hanno quella europea. Tra questi ce ne sono alcuni molto noti anche in Italia.

I casino online esteri senza licenza AAMS: manca la sicurezza?

bandiere del mondoI casino online esteri che non hanno richiesto e/o ottenuto la licenza AAMS sono tantissimi e la stragrande maggioranza dei players italiani li conosce. In Italia, per essere legale, un casino online deve dimostrare di aver ottenuto suddetta licenza che, naturalmente, deve essere esibita in modo che il player possa avere la sicurezza di giocare su un sito riconosciuto. Per questo motivo, il sito che ospita il casino deve far comparire in bellavista il numero di licenza: cosa accade se questo manca? Se non si trova da nessuna parte il numero dell’autorizzazione AAMS concessa al casino online, allora si è, probabilmente, dinanzi a un casino straniero. Questo significa che è meno sicuro? Indubbiamente l’autorizzazione AAMS dà dei vantaggi incontrovertibili, dato che per ottenerla i casino devono dimostrare di soddisfare degli altissimi standards qualitativi nonché di sicurezza. Con questo non si vuole dire che i casino online esteri senza licenza AAMS non sono sicuri ma solo che non hanno richiesto o ottenuto la autorizzazione dell’AAMS.

Come si comporta lo Stato Italiano nei confronti di questi casino online?

Per lo Stato italiano gli unici casino legali e, quindi, accessibili dai players, sono quelli che hanno ottenuto l’autorizzazione dell’AAMS. Detto questo, si noti che lo Stato cerca di oscurare tutti gli altri siti senza licenza AAMS, anche se questi hanno licenza europea. Va da sé che questo è un rischio per il giocatore che si apre un conto di gioco e che improvvisamente potrebbe non poter più accedere né a quest’ultimo né al suo account. Anche l’Agenzia delle Entrate tratta in maniera differente le vincite effettuate all’estero, sia ad un casinò reale estero, sia esse state conseguite in un casino online senza licenza AAMS che in uno reale.

Qual è la normativa AAMS in merito?

logo dell'aamsLe vincite in questi casino vanno dichiarate e, inoltre, sono montante imponibile su cui calcolare il reddito annuo e pagare le tasse. Entrando nello specifico: l’Agenzia delle Entrate, con la risoluzione 141/E del 30 Dicembre 2010 ha parlato della questione, dietro domanda di un giocatore che voleva sapere come comportarsi dopo aver vinto delle somme in un casino online estero senza licenza AAMS. Quest’ultimo aveva ricevuto il denaro tramite un operatore finanziario con sede nelle Isle of Man. In questo caso non si sfugge: le somme vinte sono ritenute imponibili e, pertanto, da denunciare nella dichiarazione dei redditi alla voce “altri redditi”. Ciò significa che il player che gioca su un casino con licenza europea, ma senza autorizzazione AAMS, deve necessariamente dichiarare le somme vinte e pagarci sopra delle tasse.

Un esempio di casino senza autorizzazione AAMS: Casino Tropez

casino tropezCasino Tropez è nato nel 2002 e da quel momento è in grande espansione, tanto che si tratta di uno dei più grandi operatori nell’ambiente del gioco online. Ricordiamo che nel nostro Paese questo sito non ha ottenuto la licenza AAMS, ma è autorizzato dal Directorate of Offshore Gaming di Antigua e Barbuda. Si noti bene che questo casino online non accetta cittadini statunitensi. Entrando nel dettaglio, diciamo che questo sito offre un bonus di benvenuto di massimo 3.000 €, ma non è tutto, perché ha tantissimi giochi da offrire. Il casino online si avvale di un software di gioco Playtech e ciò ne rende il design davvero accattivante. Inoltre, il sito parla oltre 10 lingue, tra cui anche la nostra. La varietà di giochi disponibili lascia tutti a bocca aperta: ci sono la roulette, il blackjack, le slot machines, il video poker e molti altri giochi. È disponibile anche una versione Flash per chi non vuole fare download.

Altri Articoli Interessanti